MD 78 - ''CORSARA''

She is a distinctive fast cruiser

MD 78 - ''CORSARA''

Technical data

  • LOA 23.95 m
  • Lh - Hull lenght 23.95 m.
  • LWL22.50 m.
  • BMAX - Bh 6.55 m.
  • DEPTH - KEEL UP- DOWN 2.90-5.10 m,
  • DISPLACEMENT LIGHT 34.5 Ton.
  • BALLAST 12.5 Ton.
  • Engine - Power 250 Hp.
  • FUEL1500 Lt.
  • FRESH WATER1700 Lt.
  • BERTH - GUEST - CREW 6 +3
  • SAIL AREA UPWUND 365 Sqm.
  • SAIL AREA DOWNWIND 688.7 Sqm.
  • NAVAL ARCHITECTURECeccarelli Yacht Design
  • EXTERIOR DESIGNCeccarelli Yacht Design
  • INTERIOR DESIGNCeccarelli Yacht Design
  • STRUCTURESCYD - MAXI DOLPHIN - ISD
  • BUILDERMaxi Dolphin

L'MD 78 è una barca che risponde alle esigenze di un armatore che vuole uno scafo elegante, veloce e facile da guidare per navigare nel Mediterraneo durante lunghe crociere, con la prospettiva di partecipare anche ad alcune regate d'altura in Med.

Dopo una serie di riflessioni per mettere a punto le esigenze della vita a bordo e le diverse aspettative dell'armatore, il progetto ha preso il numero di studio CYD 200, che è in fase di esecuzione presso Maxi Dolphin, cantiere di grande fama e tradizione per questo tipo di yacht.

Lo scafo si distingue per una larghezza al galleggiamento relativamente piccola, che si traduce in linee d'acqua interne e una superficie bagnata modesta. Le sezioni di prua sono profonde per un buon passaggio sulle onde per renderle comode e asciutte, le sezioni di poppa sono larghe ma svasate per ridurre l'aumento di resistenza quando la barca sbanda. Il baglio massimo di 6,55 m è pressoché costante fino a poppa e le forme dello scafo e delle appendici sono state validate con CFD, come ormai prassi standard per tutti i progetti CYD, sia a vela che a motore.

È stato scelto un sistema di timone a doppia pala, molto curato nella scelta della posizione, e una chiglia a T sollevabile, con un pescaggio che passa da 2,9 metri in alto a 5,15 metri in navigazione. Una scelta che garantisce grande potenza a vela grazie all'elevato momento raddrizzante, ma anche accesso ai porti.

Le fiancate riprendono stilemi architettonici che rendono riconoscibile la mano di Giovanni Ceccarelli, come la linea rovesciata e un segno grafico sulla fiancata; la prua è verticale, così come lo specchio di poppa. La coperta è caratterizzata da una tuga molto bassa e filante che perde consistenza a prua passando per l'albero per conservare aspetti funzionali e strutturali che le tughe corte non riescono a soddisfare. Il pozzetto è ampio con due zone distinte a prua tramite ampie sedute che muoiono sulla faccia poppiera della tuga, che è realizzata in vetro circolare, e la zona di manovra a poppa. Il ponte è in gran parte rivestito in teak.

Con lo stesso piano velico e armo di un purosangue del mare, l'MD 78 può affrontare sia la crociera che le regate. La randa square-top è caratterizzata da un forte allungamento, il triangolo di prua ha una J abbondante e un ampio bompresso su cui issare sia il Code Zero che i kite asimmetrici, sullo strallo si alza un genoa avvolgibile al 103% con punta di scotta sul rotaie trasversali che in configurazione race consentiranno punti di scotta corretti. La trinchetta viene avvolta sul binario trasversale, un ulteriore fiocco avvolgibile viene avvolto su un punto ancora più interno con la drizza che arriva fino alla prima crocetta. Doyle ha realizzato le vele e Hall Spar ha realizzato il boma dell'albero e il sartiame in carbonio.

La costruzione dello scafo e della coperta viene eseguita su stampi femmina utilizzando solo tessuto in fibra di carbonio con lay-up a umido, secondo una tecnologia sviluppata dal cantiere Maxy Dolphin che consente il controllo totale del processo produttivo in tutte le sue fasi e di ridurre al minimo l'ingresso di resina parassita; è un sistema molto più sofisticato dell'infusione e consente di ottenere un prodotto di qualità superiore.

Gli interni sono stati sviluppati secondo le esigenze dell'armatore e si compongono di un'ampia cabina a prua, con bagno e doccia separati a pruavia della testata del letto, due cabine Vip con bagni indipendenti. La chiglia mobile è parte integrante del design degli interni e si inserisce nell'ampia dinette, la cucina a dritta è volutamente a contatto con la dinette.

Per l'equipaggio ci sono due cabine indipendenti con i propri bagni.

Il design degli arredi è nello stile di una barca moderna e funzionale, la decorazione è stata definita in accordo con le esigenze dell'armatore, che ha contribuito alla scelta finale delle finiture.

Gli impianti saranno progettati con la massima semplicità d'uso, e facilità di manovra in navigazione. Ad esempio, sono previsti sia un'elica di prua che un'elica di poppa, nonché un aiuto per l'assetto delle vele.

L'ambizione dell'MD 78 è quella di essere una barca su misura progettata e costruita in Italia per essere una barca che dia soddisfazioni al comandante e al suo equipaggio. Il lancio è previsto per la primavera del 2024.