Grand Soleil 80 Custom

Luxurious fast cruiser

PROJECT NUMBER

CYD 8017

  • LOA25,95 m
  • Hull lenght23,99 m
  • LWL21,95 m
  • BMAX6,49 m
  • DEPTH4,45 m
  • DISPLACEMENT32950 Kg
  • KEEL12050 Kg
  • POWER260 Hp
  • FUEL1500 l
  • FRESH WATER1500 l
  • BERTH10 pax
  • MAIN + GENOA 1365 m^2
  • NAVAL ARCHITECTURECYD
  • EXTERIOR DESIGNCYD
  • INTERIOR DESIGNCYD
  • BUILDERCantiere del Pardo

Il cantiere del Pardo SpA ha aperto un nuovo marchio chiamato GRAND SOLEIL CUSTOM che è dedicato alle barche a vela personalizzate tra i 60 e gli 80 piedi. Una nuova produzione di questo tipo, che richiede spazio e diverse tecnologie, ha portato Cantiere del Pardo ad aprire un nuovo cantiere nella città di Fano, a circa un'ora di auto da Forlì.

Il primo scafo firmato GS 80-01 Custom, è stato progettato in collaborazione con il famoso architetto navale italiano Giovanni Ceccarelli.
Lo scafo numero uno e il ponte saranno realizzati completamente in fibra di carbonio e saranno dedicati al mondo delle corse, ma avranno il comfort di un crocerista.

Gli interni sono divisi in due aree principali per separare la zona equipaggio dagli ospiti e proprietario.
Le cabine dell'equipaggio si trovano a poppa, con un ingresso separato in caso di necessità e un collegamento diretto al tavolo di navigazione, sala macchine e cucina.

Le cabine per 2 ospiti e il proprietario si trovano a prua mentre una cabina di prua può essere trasformata in cabina per ospiti o per l'equipaggio, per esempio un cuoco o un hostess extra.
La barca sarà completamente attrezzata per lunghe navigazioni e fornirà molte aree di stoccaggio e una cabina armadio.

Il programma del proprietario potrà essere quello di seguire un circuito di gara, tanto quanto godere della vela con sua moglie e il suo bambino in una barca confortevole, elegante e lussuosa, progettata appositamente per le sue esigenze.

Il lancio della GS 80-01 sarà nell'estate 2018.

"Sono molto onorato per questo incarico prestigioso e sono molto felice di lavorare con importanti attori di questo settore, come il nuovo marchio Cantiere del Pardo e la linea Grand Soleil Custom. Abbiamo progettato un cruiser performante, il primo di una serie personalizzata, con una forte personalità nello stile dello scafo e del ponte, elegante, contemporaneo e sportivo. Una combinazione che vuole essere un futuro punto di riferimento per il "Made in Italy" in questa dimensione e tipologia. "

La lista dei desideri del proprietario includeva una barca nautica ma facile da maneggiare, confortevole sia in coperta che negli interni, con uno stile moderato ma innovativo e in alcuni aspetti anche cruiser friendly. Le linee d'acqua dello scafo sono state progettate con l'obiettivo di ottenere uno scafo veloce in condizioni di vento mediterraneo medio-leggero, ma anche con una tendenza a planare sottovento in caso di vento forte. La prima partecipazione alle gare più importanti si svolgerà alla fine della stagione mediterranea.

"Ho seguito la stessa metodologia di ricerca e progettazione per gli scafi della Coppa America" ​​Mascalzone Latino " e " +39 challenge ". Per arrivare alla forma dello scafo GS 80 finale ho infatti progettato e analizzato diversi scafi utilizzando il calcolo CFD. Il risultato ha portato ad uno scafo molto potente nelle linee di forma e acqua, con uscite a poppa svasate e piatte per minimizzare la superficie bagnata e avere, in qualsiasi condizione di velocità e di sbandamento, una bassa resistenza alle onde. “

I risultati delle simulazioni dimostrano che lo scafo è molto equilibrato anche negli angoli di sbandamento alti, il che consentirà una navigazione facile e una barca molto nautica quando cruising o si naviga attraverso l'Atlantico. Le tavole libere alte forniscono più volume negli interni e mantengono la barca asciutta e confortevole.

La costruzione della barca è fatta di female molds per lo scafo e il ponte, le fibre sono tutte in carbonio multiassiale con nucleo in PVC a celle chiuse, vacuum-infused with epoxy and post cured at 65°.

Le strutture sono state ottimizzate facendo ampio uso del calcolo FEM e molti arredi hanno una funzione strutturale e per essere il più leggeri possibile. Tutte le paratie, i telai e gli interni strutturali e le parti strutturali prodotte esternamente sono incollati con bonder strutturali e quindi laminati allo scafo con fibra di carbonio biassiale aspirata.
L'infusione è utilizzata per tutte le paratie e gli interni strutturali, i rinforzi trasversali e longitudinali della chiglia e dello scafo sono laminati (infusi) direttamente allo scafo.
La GS 80 custom, ha un timone singolo, forte e allungato, realizzato in fibra di carbonio prepreg.
La chiglia T è realizzata in acciaio ad alta resistenza con bulbo terminale a bassa resistenza idrodinamica e in una forma molto allungata con un bulbo di piombo 12 tonnellate. Le appendici unite allo scafo sono state validate anche con calcoli CFD, sia per ottimizzare tutti i profili che per correggere l'equilibrio in relazione al piano velico.

CYD ha progettato il piano estetico del ponte e dello scafo con una forte personalità, caratterizzato da volumi elevati e tavole libere, con arco rovesciato, connessione definita tra scafo e coperta, credenze verticali a prua e fiancheggiate a poppa. Il piano basso e slanciato introduce un nuovo elemento estetico nella tradizione del Cantiere Del Pardo, pur mantenendo un feeling familiare con altri modelli GS attualmente in produzione. Il ponte ha una grande cabina divisa in due tra aree viventi, ospiti, e di manovra. La cabina centrale può ospitare fino a 10 persone mentre la cabina di poppa è dedicato agli spazi di manovra.
Il piano di coperta riflette le esigenze del proprietario per un doppio uso: da crociera o da corsa.
Gli interni progettati da CYD sono suddivisi in aree funzionali, dal tinello è possibile accedere a una testata diurna e una terza cabina doppia che può essere utilizzata per ospiti extra o come cabina skipper.

Lo stile degli interni, sempre disegnato da Ceccarelli, riflette la dichiarazione del designer: "Le esigenze del proprietario erano di avere una barca dove lusso e modernità devono andare di pari passo con i classici elementi della nautica da diporto e non un appartamento sul mare. Nel processo di progettazione sono stati fatti molti sforzi per l'eleganza legata alla qualità dei mobili e delle finiture, con un design pulito ed essenziale. "