Azurre 33 – 2° overall – IRC in Roma per due

Azuree 33  – 2nd  overal in IRC  in Roma per due  2012

Azuree 33 si è classificato 2° alla Roma per due una regata classica pe due  membri d’equipaggio che si svolge in Tirreno con partenza da Riva di Traiano .

L’equipaggio era composto da Pierpaolo Ballerini e andrea Venexian .

La barca ancora una volta ha dimostrato grandi doti marine e facilità di conduzione .

Qui di seguito il racconto dello skipper Pierpaolo Ballerini :

La Roma X 2 è una regata di 520 miglia da Riva di Traiano, passaggio a Venotene (sulla destra) Lipari (da tenere a sinistra) e ritorno.
Io se ricordi l’avevo vinta di classe e quarto assoluto nel 1995.
La prima parte (a scendere) è stata caratterizzata da venit medi da Ovest, poi rinforzati da Ventiotene (20/25 kntos).
Da qui è iniziata la lunga galoppata sotto gennaker, avendo a riva  l A2 (oltre 106) mq, la barca filava sempre sopra i 10 nodi, con medie di 12/14 nodi.
I turni sono da 2 ore ciascuno, ma in queste condizioni il divertimento è tanto che non vogliamo lasciare il timone!!
All’imbrunire (dopo 8 ore) esaustio issiamo il gennaker frazionato A 3 e ci rilassiamo!
Poi un po di fiocco e A0 per girare Lipari, con venti moderati (circa 10 knots).
Inizia la lunga bolina di risalita (270 miglia) vento di 14/15 nodi apparente di 20/22, randa piena, fiocco ben ghindato iniziamo a risalire a 7/7,4 nodi, bellissimo!
Ma poi Murphy! Ed esplode il fiocco! Da lì la lungha sbam sbam di risalita con la sola trinchetta (pochi metri quadri) sperando in rinforzo del vento!
Poi un giorno con 22/25 nodi di vento duii prua e onda di 4 metri, tutto bene, ma poi il vento cala a 10/12 nodi e la barca manca di potenza, una pena 3,5 4 nodi di velocità!
Alla fine gira un po a ovest e le ultime 20 miglia sotto gernnaker ci ricompensano del lungo sbattimento!
Noi abbiamo sempre fatto pasti caldi (a parte una sera) avevamo il riscaldamento sempre acceso per asciugarci (tra groppi e spruzzi) e abbiamo fatto anche una bella rilassante doccia calda.
A proposito l’autopilota non funzionava, dalla partenza quindi le manovre erano un po complesse e non si poteva mai lasciare il timone, mai.
All’arrivo stanchi ma felici!
Un grazie ad Andrea Venexian che ci ha messo tanta, tanta energia!
Pierpaolo